AKELE: “NON SIAMO PIU’ UNA SORPRESA. STASERA ABBIAMO DIMOSTRATO DI ESSERE UNA GRANDE SQUADRA, DOVREMO CONTINUARE AD ESSERLO”

L’ala-pivot della Germani (13 punti e 9 rimbalzi) alla sua miglior prestazione da quando è a Brescia: “L’approccio mentale ha fatto la differenza. Stiamo concentrati su noi stessi poi se dagli altri campi arrivassero risultati a noi favorevoli non li disdegniamo“

Trento. Dopo la sua prestazione “regina”, Nicola Akele (13 punti e 9 rimbalzi) si offre ai giornalisti per commentare la vittoria della Germani sulla Dolomiti Energia Trentino, soddisfatto della prestazione di squadra e della mentalità tenuta per tutti i quaranta minuti: “Questa è una vittoria di cui avevamo bisogno per rimanere con il giusto morale dopo la vittoria su Treviso, per mantenere la giusta mentalità. Penso che la chiave sia stato proprio l’approccio mentale che abbiamo avuto. Ci siamo allenati bene in settimana e anche su questo aspetto, e ce lo siamo detti anche tra di noi, la durezza che abbiamo avuto per tutti e quaranta i minuti di gioco è stata eccezionale. Anche quando gli avversari hanno provato a rientrare, abbiamo continuato a macinare il nostro gioco impedendogli ogni reazione”.

Nicola, questa sembra essere statisticamente la tua migliore prova da quando sei a Brescia. Sei d’accordo?

“Sì penso di sì e non solo per i 13 punti segnati, diciamo che quando sei sopra di tanto e le cose vanno bene è sempre tutto più facile. Ripeto: mi è piaciuto soprattutto l’approccio”.

Eri su tutti i palloni, a rimbalzo, intercettando e pronto sui passaggi che ti servivano i compagni. Con te si è anche vista una Germani a 360°. Vi siete resi conto che potete arrivare ad un livello molto alto?

“Il coach negli spogliatoi secondo me ha detto una cosa importante ed è che ora non siamo più una sorpresa. Adesso dobbiamo avere la mentalità di una grande squadra e per fare questo dobbiamo agire come una grande squadra. Oggi l’abbiamo fatto. Abbiamo dichiarato la nostra volontà di rimanere in alto, siamo una squadra ben attrezzata e possiamo farlo. Oggi il nostro obiettivo era quello di dimostrare che siamo una grande squadra e ci siamo riusciti”.

Sentire i tifosi che parlano di scudetto e sono così entusiasti – e tu hai vissuto tutti gli alti e bassi di una stagione come quella precedente in cui si sono perse parecchie partite- cosa ti fa pensare? Cosa provi?

“E’ sicuramente bello vivere un periodo in cui si fa bene e si vince. Dobbiamo rimanere comunque con i piedi per terra e mantenere il focus giusto perché questo ci aiuta a vincere le partite e se non abbiamo questo focus possiamo anche perdere con tutti… Indipendentemente dal fatto che si giochi in casa o fuori dobbiamo assolutamente approcciare tutte le partite avendo questa mentalità e così possiamo essere grandi”.

Questa domenica assisterete in relax, ma con interesse, a due partite: quella che vedrà Tortona contro Venezia e Bologna contro Varese. Che pronostici fai?

“Non faccio pronostici no, no, io non scommetto (ride, ndr). Ci dobbiamo concentrare su noi stessi poi se ci sarà un aiuto non lo si disdegna…”.